Skip to main content

Con un finanziamento di 1,1 milioni di euro da parte di Primo Space Fund, Ecosmic rafforzerà il proprio team e svilupperà SAFE 2.0, una versione aggiornata del prodotto che consentirà agli operatori satellitari di adattare la pianificazione delle missioni a specifiche contingenze (es. dalle manovre per evitare le collisioni al rilevamento di anomalie…) con uno strumento completo di gestione della missione satellitare.

Ecosmic è una startup della community di PoliHub e vincitrice nel 2023 di Switch2Product –  il Programma d’Innovazione organizzato da PoliHub, Technology Transfer Office del Politecnico di Milano e Officine Innovazione di Deloitte – fondata nel 2023 da tre ingegnere spaziali nei Paesi Bassi, che ora ha sede a Torino. Il team sta sviluppando una soluzione software per favorire la Space Situational Awareness (SSA) e la prevenzione delle collisioni chiamata SAFE (System to Avoid Fatal
Events) che, grazie ad algoritmi proprietari, supporta gli operatori delle missioni spaziali nella valutazione delle minacce di collisione orbitale con maggiore accuratezza e minore rischio di sovrastima (con conseguente risparmio di costi) e nell’identificazione delle migliori manovre da eseguire per evitare lo scontro. La crescente pressione normativa volta a migliorare la sostenibilità delle operazioni spaziali e la volontà degli operatori spaziali di salvaguardare il ciclo di vita dei loro asset sostengono notevolmente la crescita del mercato dei prodotti per la SSA, che si prevede crescerà a un CAGR del 4,4%, raggiungendo un valore totale di 2,1 miliardi di euro nel 2030. Con un’attenzione particolare alla sostenibilità, SAFE contribuisce a ridurre al minimo i detriti spaziali, a prolungare il ciclo di vita delle missioni e a migliorare la sicurezza spaziale riducendo il rischio di collisione.

“In Ecosmic siamo lieti di dare il benvenuto a Primo Space come nostro primo investitore. La loro esperienza nel settore spaziale è preziosa per il nostro viaggio verso operazioni spaziali sostenibili. Questo investimento arriva in un momento cruciale per Ecosmic, permettendoci di scalare le nostre operazioni in Italia e di lanciare con successo il nostro prodotto di punta per la gestione del traffico spaziale. Oltre a portare avanti la nostra missione, siamo impegnati a sviluppare un ambiente inclusivo e ricco di opportunità nel settore spaziale. Con il supporto di Primo Space, intendiamo promuovere la diversità e dare la possibilità a persone di ogni provenienza di contribuire alla nostra visione di un uso più sostenibile dell’ambiente spaziale”, sottolinea Ecosmic.