Skip to main content

Per il secondo anno BCC Milano, la più grande banca cooperativa della Lombardia, che affianca da tempo le iniziative di PoliHub in tema di promozione delle startup, ha supportato come Empowering Partner Encubator, il programma di Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, PoliHub e Politecnico di Milano, nato per accelerare la maturazione di progetti in ambito Climate Tech e sostenibilità. Il “bene comune” tra le ragioni della partnership.

Perché anche quest’anno BCC ha deciso di sostenere il programma? 

Innanzitutto perché crediamo nelle potenzialità del programma di accelerazione proposto da PoliHub e nel suo valore scientifico e poi perché l’esperienza dello scorso anno è stata per noi molto positiva. Abbiamo avuto l’occasione di analizzare progetti di alto valore, confrontandoci con un mercato dinamico e innovativo che sta crescendo rapidamente anche sotto l’aspetto del credito. BCC Milano intende inoltre proporsi come partner e volano di crescita per lo sviluppo di progetti orientati allinnovazione tecnologica e scientifica generati dalle startup, dai ricercatori e dalle imprese dell’ecosistema di PoliHub.

In che modo BCC supporta Encubator e le startup del programma?

BCC Milano mette a disposizione un grant di 40 mila euro per finanziare l’accelerazione di un progetto ritenuto dalla Banca meritevole di sostegno. Quest’anno vogliamo aggiungere un ulteriore elemento di concretezza alla nostra partecipazione e abbiamo deciso di coinvolgere le aziende clienti raccogliendo da loro le esigenze alle quali vorrebbero rispondere in modo che possiamo selezionare progetti in grado di fornire soluzioni adeguate. Partecipiamo infatti alle fasi di selezione dei vincitori portando la nostra esperienza e il nostro know-how. Conosciamo in modo approfondito il mondo delle piccole e medie imprese e siamo presenti spesso dove le altre banche non intervengono. Valutiamo infatti il valore prospettico di un business con le competenze che abbiamo maturato in decenni di attività al servizio dell’economia locale.

Quali caratteristiche sono fondamentali per BCC nella scelta delle startup da sostenere?

L’esperienza ci insegna che non dobbiamo porre paletti nella valutazione dei progetti poiché nell’ambito del programma è facile incontrare proposte ad alto tasso di innovazione che affrontano questioni note con soluzioni originali. Siamo certamente interessati a premiare iniziative che intendono migliorare la vita di tutti con un impatto contenuto. Non è importante il settore o l’ambito di applicazione, quello che conta è che portino benefici ampi garantendo una lunga durata nel tempo e il massimo della sostenibilità.

Quale valore porta a BCC un’iniziativa come questa?

BCC Milano ha la fortuna e l’onere di operare in un territorio incredibilmente fertile dal punto di vista dell’imprenditoria e dell’innovazione. Nella nostra attività quotidiana viviamo la sfida di valorizzare le imprese che presentino caratteristiche di innovazione unite a prospettive di successo.

Intercettare nuovi business fa parte del nostro ruolo, accompagnarli lungo la complessa strada dell’affermazione e del successo è invece l’impegno che ci assumiamo a lungo termine. Siamo consapevoli che lo sviluppo dell’economia e dell’imprenditoria rappresentano, allo stesso tempo, la nostra missione e la migliore prospettiva di continuità per la nostra azienda.

Come si inquadra un’iniziativa come Encubator nella mission di BCC?

Sono proprio iniziative come Encubator che ci tengono ancorati alla nostra mission di banca cooperativa. Il nostro Statuto orienta l’attività della Banca allo sviluppo delle comunità oltre che al progresso economico e sociale di famiglie e imprese. Nell’individuare i principi ai quali ci ispiriamo si fa esplicito riferimento al concetto di “bene comune”, mai come oggi riteniamo che la salvaguardia dell’ambiente tramite attività sostenibili sia un elemento determinante per il bene comune.