Skip to main content

Martedì 12 dicembre, dalle ore 18, presso MEET Digital Culture Center di Milano si è tenuto il grande evento finale per concludere ufficialmente la XIII edizione di Premio 2031.

Anche quest’anno, fondamentale il supporto dei nostri Main Partner: Lendlease, Repower, UniCredit Start Lab e grazie ai tantissimi percorsi e premi messi in palio dai miglior Centri di Innovazione italiani e dalle nostre Corporate partner, i cui vincitori sono stati scelti dopo un’attenta selezione delle oltre 400 candidature pervenute.

Cristiano Seganfreddo, Presidente di Premio 2031: “Un ringraziamento speciale a tutti coloro che hanno partecipato alla serata di premiazione finale di Premio 2031, l’evento culminante di un viaggio dedicato all’innovazione italiana e alle startup. Una serata dedicata al riconoscimento di coloro che si sono distinti nella creazione di soluzioni innovative e nell’impulso verso un futuro più sostenibile, un’opportunità unica per riunire il grande network dell’innovazione italiana attraverso la condivisione di idee e l’ispirazione reciproca. Grazie, infine, ai nostri main partner, Lendlease, Repower e UniCredit Start Lab, per il supporto fondamentale nel successo del Premio 2031. Insieme, abbiamo trasformato il panorama dell’innovazione italiana, unendo startup, acceleratori e incubatori in un impatto straordinario per il futuro”.

Durante la serata, sono stati decretati i vincitori dei 17 Premi Speciali:

Premio Speciale 2030 Social Impact, Premio Speciale Accenture, Premio Speciale Cisco, Premio Speciale EY, Premio Speciale Flash Art, Premio Speciale Ga.Ma Premio Speciale Indaco Bio, Premio Speciale InnovUp, Premio Speciale Invitalia, Premio Speciale Jacobacci & Partner, Premio Speciale Lendlease, Premio Speciale LifeGate Way, Premio Speciale Microsoft, Premio Speciale OVHcloud, Premio Speciale Repower, Premio Speciale Santa Margherita Gruppo Vinicolo, Premio Speciale UniCredit Start Lab.

È stato conferito, inoltre, il 2031 Startup Award, premio che coinvolge un Comitato di Selezione guidato da Danilo Mazzara, Strategy Senior Advisor, Startup Mentor & Executive Coach e composto da oltre 40 componenti che rappresentano il meglio dell’innovazione in Italia. Il vincitore si aggiudicherà 25.000 euro in percorso di affiancamento da parte di CUOA Business School.

Le startup finaliste, Astradyne, INTA, Krill Design, Sunspeker e U-Care Medical, hanno avuto l’opportunità di pitchare durante la serata e il pubblico ha votato la migliore: U-Care Medical, startup che intende diventare l’azienda leader globale nello sviluppo di Dispositivi Medici Digitali, basati sull’AI-Analytics, per rivoluzionare la gestione dei pazienti in rianimazione attraverso un approccio predittivo e personalizzato.

Danilo Mazzara, Presidente Comitato di Selezione 2031, Premio 2031 si conferma anche in questa edizione il più grande network di innovazione aperta che generà impatto includendo tanti stakeholder di rilievo dell’ecosistema.

Le 5 Startup finaliste, hanno portato risposte molte concrete alle sfide del domani su salute, transizione energetica e sostenibilità.

Ha vinto U-Care medical una piattaforma che grazie all’intelligenza artificiale aumenta l’efficienza e l’efficacia dei nei reparti di rianimazione, è una soluzione che è già a mercato ed avendo avuto validazioni cliniche da importanti player internazionali ha posto già le basi per la successiva scalabilità.

Ecco i 17 vincitori Premi Speciali messi in palio dalle corporate Partner:

Per il Premio Speciale Lendlease, Pierpaolo Lattanzi il Security Manager EMEA Southern Europe Lendlease, Monitor The Planet, con il progetto Geosolvo, è stata selezionata per la forte impostazione innovativa accompagnata dalla grande esperienza propria della società e del team. L’automazione dei cantieri è, inoltre, un tema caro a Lendlease per varie ragioni fra cui la sicurezza, motivo per cui Lendlease fa il possibile per supportare società come Geosolvo che la rendono possibile”.

Premio Speciale Repower, giunto alla 6a edizione, ha premiato Rehub, e il CEO Fabio Bocchiola ha motivato “Per le grandi potenzialità di una tecnologia che può dare nuova vita a quello che oggi è uno scarto inutilizzabile, con tutte le implicazioni ambientali ed economiche del caso. La tecnologia proposta da Rehub Glass si va ad inserire nella storia dell’isola di Murano, rilanciando la sua vocazione e competenza nella lavorazione del vetro e proiettandola nel futuro grazie ad una soluzione che guarda ad una società rifiuti zero”.

Premio Speciale UniCredit Start Lab, arrivata alla 10a edizione, Giusy Stanziola, ESG & Start Lab Italy UniCredit ha affermato “Premiamo Circularity per supportare l’ambizioso obiettivo di supportare le imprese nel valorizzare i propri scarti di produzione in ottica di economia circolare.  Riconosciamo al progetto potenzialità sia per il solido aspetto tecnologico sia per il chiaro modello di business, e siamo sicuri che la soluzione innovativa e rispondente a un problema reale ideata dalla startup potrà favorire la transizione verso percorsi circolari”.

Giorgiana Notarbartolo in qualità di fondatrice di 2030 Social Impact Special Prize dichiara: “La startup vincitrice della quarta edizione di 2030 Social Impact Inclusion of All è FloreceCare! FlorenceCare è un All-in-one solution per la gestione della salute da casa, mediante un software che permette la domiciliazione dei servizi e la gestione dei dati sanitari. Con la popolazione, sia italiana che globale, in continuo invecchiamento e i sistemi di salute pubblica sotto pressione crescente i servizi a domicilio sono la risposta. FlorenceCare porta una soluzione di sistema al problema grazie all’utilizzo di Cloud, AI, and IoT ed all’esperienza e background di sviluppatori e operatori sanitari.

Ringraziamo tutti i partecipanti e partner del premio fiduciosi del successo e impatto di FloranceCare!”

Partner: a|cube; Anya Capita; Ashoka; BE-COME; Conduit Connect; Cottino Social Impact; eco-nnect; Human Foundation; Onde Alte; Opes Fund Italia; Toniic; Torino Social Impact; Total Portfolio Project; &You.

Per il Premio Speciale Accenture, Alberto Antonietti, Strategy Lead – Italy, Central Europe & Greece Accenture ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di premiare Arcan, startup DeepTech che si è distinta per la sua idea innovativa e scalabile basata sull’Intelligenza Artificiale. È una tecnologia chiave per Accenture, su cui puntiamo per accelerare la trasformazione di imprese e organizzazioni, supportarne l’efficienza e promuovere la creazione di valore.
La piattaforma SaaS di Arcan, grazie all’AI, identifica le inefficienze nel codice sorgente e aiuta gli utenti a stimare tempi, costi e benefici della loro rimozione. Crediamo quindi che questo progetto possa avere un importante potenziale di sviluppo e di crescita, grazie alla sua capacità di risolvere un problema concreto in modo agile durante il processo di creazione e manutenzione degli applicativi”.

“La collaborazione con 2031 ogni anno arricchisce il valore di Innovation Exchange, la rete che abbiamo creato in questi ultimi anni per connetterci e collaborare con l’ecosistema delle start up italiane”, racconta Enrico Mercadante, Director Architecture Sales and Innovation, South Europe Cisco, per il Premio Speciale Cisco, “In questa edizione abbiamo premiato Displaid, startup che permette di innovare e digitalizzare le infrastrutture fisiche, strategiche per il futuro dell’Italia. Abbiamo riconosciuto a Displaid il valore innovativo in termini di manutenzione predittiva per le reti infrastrutturali e l’utilizzo delle più avanzate tecnologie di sicurezza, scalabilità e affidabilità”.

Per il Premio Speciale EY, Luca Grivet, Partner EY e Technology Consulting Leader Italy dichiara: “Crediamo che ai tempi del PNRR, una startup in ambito GovTech sia importante e che il tema della semplificazione di processi delle PA soprattutto in ambiti complessi come quello legato alla richiesta dei documenti, al pagamento di multe, cambio della residenza o del medico possa essere un interessante area di mercato.

Di questa soluzione digitale ne possono beneficiare le PA (Centrali e non), i cittadini e le imprese. Con questo riconoscimento vogliamo premiare Büro, e tutto il team, per l’interessante soluzione tecnologica sviluppata che meglio ha saputo cogliere i mega trend emergenti di mercato e che ricerchiamo nelle idee imprenditoriali:

  • risoluzione di un problema di mercato reale in espansione grazie alla nascita di maggiori casi d’uso
  • innovatività e utilizzo delle nuove tecnologie per abilitare nuovi modelli di business
  • traduzione pratica di un’idea, un sogno in qualcosa di tangibile.
  • Chiara vision a medio termine di quello che sarà il mercato di riferimento”

Per il Premio Speciale Flash Art, Gea Politi, Publisher e editor in chief, ha premiato Befancyfit e ha dichiarato che “come Flash Art promuoviamo la bellezza e la contemporaneità, il progetto Befancyfit ci è piaciuto perché risolve un problema concreto quale il benessere delle persone, lo fa in modo olistico promuovendo uno stile di vita sano che integra prodotti e tecnologia; infine, per come è già stato concepito, è scalabile a livello internazionale rispondendo alle esigenze di un consumatore globale e metropolitano”.

“Abbiamo deciso di premiare Rehub perché abbiamo avuto modo di conoscere un giovane designer che ci ha molto colpiti, innamorato della sua città e del nostro Pianeta” interviene Lavinia Marzotto, Managing Partner di GA.MA, “Insieme alla moglie hanno ideato un processo in grado di trasformare il vetro di scarto in una morbida pasta modellabile per realizzare oggetti di design e accessori e tutto questo utilizzando un innovativo processo a freddo che permette un enorme risparmio energetico.
La nostra famiglia ha molto in comune con i fondatori di Rehub, dall’attenzione alle 4 R dell’economia circolare, alla passione per il vetro e infine all’amore per Venezia città a cui siamo particolarmente legati”.

Per il Premio Speciale Indaco Bio, Giovanni Rizzo, Partner e Key Manager del Fondo Biotech Indaco Venture Partners, ha premiato Novel Antibody Drug Conjugates For Cancer Therapy e ha dichiarato che “gli investimenti in scienza, ricerca e innovazione sono un motore fondamentale per rafforzare le realtà imprenditoriali nascenti e per attrarre ulteriori finanziamenti. In Indaco siamo da sempre convinti che occorra consolidare e accrescere le leve economiche per innescare un circolo virtuoso in grado di valorizzare al meglio le eccellenze del nostro Paese. Il progetto riguarda lo sviluppo di cellule CAR-T ingegnerizzate e di un innovativo anticorpo connesso ad una tossina che specificamente riconoscono cellule tumorali e ne permettono la morte cellulare”.

Il dott. Roberto Pasetti, Responsabile dell’Area Imprenditorialità di Invitalia, ha annunciato il vincitore del Premio Speciale Invitalia: la startup Haga 2, che ha progettato e sviluppato, un dispositivo che consentirà a persone sorde o ipoacusiche di conversare “naturalmente”, trasformando in suono le parole espresse con il solo movimento delle labbra e convertendo in video scrittura il suono delle parole pronunciate dall’interlocutore.

Roberto Pasetti ha detto che “Quando Invitalia decide di finanziare o affiancare con i suoi servizi un’impresa innovativa, non lo fa valutando solo la scalabilità del modello di business e la sostenibilità economico-finanziaria dell’iniziativa, ma selezionando e scegliendo quelle aziende che con i loro progetti sviluppano prodotti o forniscono servizi in grado di “portare valore” e soddisfare i bisogni dei territori o semplificare la vita dei cittadini. È attenta quindi a valutare tutte le soluzioni capaci di produrre impatti sociali positivi, anche in termini di inclusione, come nel caso di Haga 2, un’impresa che, con il suo progetto, migliora le condizioni di vita delle persone sorde o ipoacusiche, facilitandone notevolmente la comunicazione”.

Novità di quest’anno il Premio Speciale Jacobacci & Partners, consolidando la nostra partnership annuale, i cui professionisti infatti analizzeranno la copertura dei progetti vincitori di tutti i Premi Speciali dal punto di vista della proprietà intellettuale, in modo da valutarne il grado di completezza, laddove già presente, e/o da proporre possibili implementazioni.
Enrica Acuto Jacobacci, CEO e Presidente di Jacobacci & Partners dichiara “Dal 2012 Jacobacci & Partners è partner del Premio 2031 con un progetto comune: valorizzare l’innovazione per creare un circolo virtuoso che porti le migliori nuove idee sul mercato con ricadute positive per il nostro Paese.
Il Premio 2031 per noi è stata una immersione nella creatività delle start up italiane entusiasmante, perché molte di queste realtà hanno mission che vogliono migliorare il nostro mondo.
Il Premio Speciale Jacobacci si rivolge a tutte le start up finaliste offrendo un servizio di consulenza che aiuti a valorizzare la proprietà intellettuale, in particolare i brevetti per invenzione, i modelli di utilità, i design, i marchi e il diritto d’autore, strumenti essenziali per creare e costruire valore e avere un reale vantaggio competitivo sul mercato”.

Omar Fulvio Bertoni, CEO & Co-founder LifeGate Way, con il Premio Speciale Lifegate Way rivolto ad aziende operanti nel segmento ESG con volontà di posizionamento e transizione a benefit, ha dichiarato “abbiamo scelto Ummy perché è fondamentale saper ascoltare le voci all’interno della propria azienda.”

Per il Premio Speciale Microsoft, Matteo Mille, Chief Marketing & Operations Officer Microsoft Italia è intervenuto “Come Microsoft, abbiamo scelto FlowPay, di cui abbiamo apprezzato la forte impronta innovativa, la maturità e il valore della soluzione davvero evoluta. Siamo colpiti dalla lungimiranza e dalla visione di questa startup che sta aiutando aziende e operatori finanziari a semplificare i pagamenti digitali attraverso soluzioni di open banking. L’innovazione nel settore finanziario è fondamentale per poter offrire nuovi servizi, integrazione, velocità, sicurezza, abilitando nuovi modelli di business per le imprese e i consumatori e stimolando la competitività.”

Giuseppina Caccamo, Marketing & Communication Manager OVHcloud, per il Premio Speciale OVHcloud ha premiato Crono, dichiarando “Siamo molto contenti di partecipare a questa iniziativa e di premiare Crono che è protagonista dell’innovazione tecnologica. Crono si è contraddistinta grazie all’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale promuovendo soluzioni business all’avanguardia sul mercato”.

Per il Premio Speciale Santa Margherita, Andrea Conzonato, Amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo dichiara “Innovazione e avanguardia sono due dei pilastri su cui si fonda da 88 anni la storia di Santa Margherita Gruppo Vinicolo e che ci accomunano alla giovanissima realtà di Krill Design. Crediamo fortemente nel valore aggiunto che questi giovani e visionari talenti sono in grado di restituire alla società, facendo leva su idee inedite e direzionando i propri sforzi per raggiungere obiettivi nobili e di grande rilevanza ambientale. Per la nostra azienda, l’idea di poter recuperare quantità consistenti degli scarti naturali di produzione e poterli utilizzare per plasmare oggetti funzionali e di design è davvero entusiasmante. Siamo orgogliosi di poter supportare questo progetto facendoci portavoce di un business originale e unico nel suo genere”.

Quest’anno InnovUp implementa la collaborazione con un Premio Speciale InnovUp destinato a tutte le startup che hanno vinto un percorso di accelerazione da parte di un Centro di Innovazione. 41 startup hanno avuto l’adesione gratuita per un anno all’Associazione InnovUp, il Direttore Giorgio Ciron, “Siamo partner fin dall’inizio del Premio 2031 un’iniziativa fondamentale per l’intera filiera italiana dell’innovazione, ancor più in questo rinnovato format che fa dell’alleanza tra incubatori/acceleratori e startup la sua cifra distintiva. Un’alleanza necessaria per far nascere e crescere una nuova coorte di startup maggiormente strutturate e pronte ad affrontare le sfide del mercato e a scalare sempre più velocemente”.

I 41 Centri di innovazione partner di quest’edizione sono: 2i3t – a cubeAlmacubeBocconi 4 InnovationBio4DreamsBioindustry ParkBlue FactoryBPCubeCampania NewSteelComoNextDayOneDigital HubDigital MagicsDpixelFashion Tecnology AcceleratorG-FactorGalileo Visionary DistrictGellify H-FarmI3PImpact HubInCibum LabIndustrio VenturesKilometro RossoLuiss Enlabs LVentureMarzotto Venture AcceleratorPoliHubPolo Tecnologico di NavacchioRomagna TechSeedbleSellalabSocial FareSprintXStep Tech ParkTalent GardenParadigma Digital Innovation HubTechstarsThe Net ValueThe QubeToscana Life SciencesWylab.

Le 41 startup vincitrici: AgrotevAL WaterAqua farmArcanArtcentricaCityZCleviClimate StandardDisplaidE-mmhoE-sea SharingEndymionFauna LifeFocoos AIHuman MapleIl mio broker assicurativoINTAiRentalKOOLLibereMDE ResearchMy EchoOFFXETOliHelpPlastizPlinoRcoffeeSafHerSinticaSportlyStudormsTech4LibTerroir From SpaceThe PaacUmmyVegeryVerabucciaVibrofectWho TeachWop StationZEDS.

Si è conclusa, inoltre, con grande successo, la prima edizione di Primo Round, il premio nato per individuare e aiutare a far crescere le migliori startup early stage italiane. Scelte dalla call di 2031, le 50 migliori startup selezionate hanno avuto la possibilità di pitchare durante l’Italian Tech Week alle OGR di Torino, il più grande appuntamento italiano sulla tecnologia, davanti a una incredibile giuria di 11 top investors e business angels pronti a credere in loro.

Fondamentale il ruolo dei prestigiosi giudici: Isabelle Andrieu, Omar Fulvio Bertoni, Paola Bonomo, Stefano Buono, Lucia Chierchia, Anna De Stefano, Luca Ferrari, Lorenzo Franzi, Fausta Pavesio, Andrea Rota, Silvia Wang.

La premiazione finale ha decretato la Migliore Startup dell’Anno, riconoscimento vinto dal progetto Astradyne, startup fondata nel 2022 da Alessia Gloder che sviluppa strutture dispiegabili per l’industria dello spazio integrando l’elettronica rigido-flessibile con il materiale tessile.

La serata si è conclusa con una importante novità per Premio 2031, Danilo Mazzara, presidente del Comitato di Selezione da molte edizioni, dalla prossima sarà il Managing Director della Piattaforma di Premi 2031.

Si coglie infine l’occasione per fare un ringraziamento speciale a tutto il Comitato di Selezione di 2031: Aldo Pozzoli, Principal Director Accenture; Alessandra Santoro, HR Innovation Partner – Accenture S.p.A.; Alessandro Rotilio, Imprenditore; Alessandro Tavecchio, Junior Partner presso P101 Ventures; Alvise Biffi, Vicepresidente di Assolombarda; Amedeo Giurazza, Fondatore e Amministratore delegato, Vertis SGR; Andrea Rota, Managing Director, Club degli Investitori; Angelo Coletta, Ceo Zakeke e past president Innovup; Anna Amati, Co-Founder & Partner at EUREKA! Venture SGR SpA; Annamaria Tartaglia, CEO TheBrandSitter, Founder Angels4Women, W7 (G7) e W20 (G20) Advisor; Davide Guariento, Amministratore delegato M31; Emanuela Corallo, Innovative Finance Advisor per Save the Children Italia e Save the Children Global Ventures; Federico Davini, Partner and Investment Board A11 Venture; Federico Rajola, Direttore CeTIF – Centro di Ricerca in Tecnologie, Innovazione e Servizi Finanziari; Francesca Perrone, Head ESG & Start Lab Italy, UniCredit; Francesco Inguscio, CEO & Rainmaker, Nuvolab; Francesco Mantegazzini, CEO di MGH7 Venture Capital; Gabriele Ronchini, Co-founder&CEO di Digital Magics spa; Giacomo Biraghi, Presidente Stratosferica; Giovanni Iozzia, Giornalista e consulente editoriale; Giovanni Rizzo, Partner e Key Manager del Fondo Biotech di Indaco Venture Partners; Giulia di Giovanni, Group Head of Innovation Poste Italiane; Giulia Piermattei, Responsabile Quality, Olivetti, Società del Gruppo TIM; Giusy Cannone, CEO di Fashion Technology Accelerator; Giusy Stanziola, Start Lab & Development Programs, UniCredit; Ivo Boniolo, Co-fondatore e Chief Operating Officer di e-Novia Spa; Laura Antonioli, Head of Medical Affairs UCB Pharma S.p.A.; Laura Ghislandi, HR Expert and Senior Advisor Professional Coach; Lorena Lorenzon, Investment Manager; Luciano De Propris, Head of Open Innovation & Sustainability Consorzio ELIS; Lucrezia Lucotti, Investment Director; Luigi Galimberti, Presidente di ToSeed Partners; Marco Mezzalama, Professore, Presidente fondazione Links; Marco Turchini, Investment Director, Smart Cities and Technology; Paolo Gesses, Co-Founder e Managing Partner United Ventures; Paolo Gubitta, Direttore scientifico Area imprenditorialità CUOA Business School; Piergiorgio Grossi, Chief Innovation Officer, Credem Banca; Riccardo Donadon, Founder, Chairman at H-FARM; Salvatore Majorana, Direttore di Kilometro Rosso; Sandro Bacan, Arthur D Little Partner Strategy & Organization Practice; Sara Valeria Palmieri, Innovation Manager – Open Innovation Hub; Simona Torre, Fondazione Italiana Accenture – Direttore Generale.

La piattaforma 2031 è un’iniziativa promossa da Associazione 2031 e organizzato da Agenzia del Contemporaneo.

Con il patrocinio di: AgID – Agenzia per l’Italia Digitale, del Ministero del lavoro e delle politiche sociali;

Main Partner: Lendlease, Repower, UniCredit Start Lab;

Media Partner: Italian Tech

Partner Tecnologico: Fondazione Italiana Accenture

In collaborazione con InnovUp – Italian Innovation & Stratup Ecosystem

Grazie al supporto di: AIFI, Club degli Investitori, Confindustria Giovani, Cultura Italiae, CUOA Business School, Economy Up, ESCP-Business School, Federated Innovation @MIND, Italian Angels for Growth, LIFTT, M31, Mamacrowd, Observa Science in Society, Skills for Equity, Rainmakers