Skip to main content

La Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, nell’ambito dell’Accordo di collaborazione “Un’alleanza per lo sviluppo delle startup del territorio” con il Politecnico di Milano, da anni è partner di PoliHub a sostegno di S2P ed Encubator. La logica di Camera è quella di stimolare e sostenere la crescita delle startup e attrarre sul nostro territorio i talenti, per consolidare il posizionamento di Milano come hub dell’innovazione, capace di competere nello scenario europeo ed internazionale.

Considerato il ruolo che le imprese innovative giocano nello sviluppo e nella crescita dell’ecosistema dell’innovazione del territorio, la Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi  ha posto al centro della propria strategia la valorizzazione del potenziale innovativo della ricerca e il miglioramento del rapporto tra mondo produttivo, startup, università e tra talenti e lavoro, tra sviluppo e attenzione all’ambiente.

Con questo obiettivo, in questi ultimi anni, l’Ente ha messo in campo servizi e progettualità per stimolare e sostenere la crescita delle startup e attrarre sul nostro territorio i talenti, al fine di consolidare il posizionamento di Milano come hub dell’innovazione, capace di competere nello scenario europeo ed internazionale.

Rafforzare l’ecosistema locale dell’innovazione risponde anche ad un’esigenza sempre più pressante, determinata dal quadro complesso di crisi, spesso tra loro convergenti, climatica, geopolitica, economica, pandemica, per dare risposte rapide e concrete ai cambiamenti che interessano, a volte in modo drammatico, l’ambiente in cui viviamo, il sistema economico e sociale.

Per dare una risposta concreta a queste sfide, dal 2020 è stato avviato l’Accordo di collaborazione Un’alleanza per lo sviluppo delle startup del territorio tra Camera di commercio e Politecnico di Milano, nell’ambito del quale le connessioni tra mondo produttivo, università e ricerca, tra giovani talenti e lavoro, tra crescita e attenzione all’ambiente, possano diventare terreno fertile per la nascita di nuove idee, di soluzioni tecnologiche capaci di rispondere alle sfide contemporanee, di startup e imprese ad alto potenziale.

Partendo da questi obiettivi comuni, la Camera di Commercio e il Politecnico hanno sostenuto percorsi di incubazione e accelerazione, come Switch2Product e le due edizioni della Competizione Cross the Bridge. Dal 2022, con il Politecnico e in collaborazione con PoliHub, è stato lanciato il Programma di accelerazione Encubator, con l’obiettivo di selezionare le migliori idee e soluzioni, capaci di realizzare le sfide negli ambiti considerati prioritari a livello globale dall’Agenda 2030, come l’adozione di tecnologie pulite, di energie rinnovabili e nuovi approcci per la mobilità sostenibile.

L’iniziativa è nata dalla consapevolezza di agire in un contesto, come quello milanese, che di per sé è in grado di favorire, stimolare e sostenere lo sviluppo e la crescita di progetti innovativi e tecnologicamente avanzati, grazie ad un ecosistema che in questi anni ha raggiunto un grado di maturità significativa.

L’area milanese ha, infatti, consolidato in questi anni il primato nazionale, in termini di imprese innovative, con il 20% delle startup e il 25% delle PMI innovative rispetto al dato nazionale e nel periodo gennaio-settembre 2022, la città di Milano ha, attratto 672 milioni di euro in fondi Venture Capital (+90% vs stesso periodo 2021) che la pone al terzo posto in EU, anche se ancora ad una significativa distanza, dopo gli Hub di Parigi (€ 1.6bn) e Londra (€ 1.28bn).