Skip to main content

Volta Structural Energy, startup deeptech della community di PoliHub all’avanguardia nella tecnologia delle batterie strutturali, è entusiasta di annunciare il completamento di un round di investimento seed per un valore pari a 1 milione di euro. L’operazione è stata guidata da Tech4Planet, il Polo Nazionale di Trasferimento Tecnologico per la Sostenibilità Ambientale nato su iniziativa di CDP Venture Capital, e da Leonardo S.p.A, società high-tech leader globale nei settori aerospaziale, difesa e sicurezza.

Volta Structural Energy è specializzata nello sviluppo di batterie strutturali all’avanguardia, pannelli strutturali utilizzabili per realizzare telai di aerei, automobili o navi che integrano in modo sinergico capacità di stoccaggio dell’energia grazie ai materiali di cui sono costituiti.

Questo approccio innovativo e altamente integrato dei sistemi multifunzionali di Volta permette di sfruttare le masse ed i volumi delle strutture come, il tetto di un’auto, la fusoliera ed i pavimenti di un aereo o lo scafo di un’imbarcazione per immagazzinare energia elettrica, diminuendo fino ad eliminare la necessità di utilizzare i tradizionali pacchi batterie che sono a tutti gli effetti payload ingombranti e con masse molto elevate che limitano sensibilmente le autonomie raggiungibili.

Il risultato è la possibilità di massimizzare la quantità di energia immagazzinabile e di conseguenza l’autonomia, in un dato sistema senza intaccarne la massa o il volume necessario al trasporto di passeggeri o merci.

Volta unisce la propria architettura innovativa ad una chimica di ultima generazione basata su Ioni-Sodio che permette elevata sicurezza, durata e una filiera di approvvigionamento rinnovata basata su elementi abbondanti e sostenibili.

Questo know-how sviluppato internamente posiziona Volta Structural Energy come unica società Italiana e tra le prime in Europa a sviluppare tecnologie per lo stoccaggio energetico che puntano sulle grandi potenzialità della chimica al Sodio.

La tecnologia brevettata di Volta ha quindi il potenziale di rivoluzionare vari settori del trasporto, offrendo una soluzione leggera ed efficiente per lo stoccaggio dell’energia che oltre a migliorare le perfomance degli attuali sistemi elettrici può abilitare la transizione energetica di settori ancora dipendenti dai combustibili fossili come l’industria aeronautica, navale ed il trasporto pesante terrestre.

L’investimento di 1 milione di euro permetterà a Volta Structural Energy di intensificare gli sforzi di ricerca e sviluppo, consentendo all’azienda di accelerare la commercializzazione della sua tecnologia rivoluzionaria. I fondi raccolti supporteranno iniziative chiave, tra cui il potenziamento dei propri prototipi, l’espansione del team di ricerca e rigorosi test per garantire l’affidabilità ed efficienza dei sistemi di batterie strutturali.

Volta Structural Energy ha vinto l’edizione 2022 di Encubator, il programma di accelerazione promosso da Camera di Commercio Milano MonzaBrianza Lodi, PoliHub e Politecnico di Milano per individuare progetti tecnologici in ambito sostenibilità e ClimateTech, e attualmente è impegnata nel programma di Business Creation coordinato e gestito da PoliHub, un percorso di empowerment imprenditoriale dedicato alle startup che hanno ricevuto un investimento seed da Tech4Planet.

“Siamo entusiasti di avere Tech4Planet e Leonardo S.p.A a bordo come partner strategici di altissimo livello nel nostro percorso per far avanzare la tecnologia delle batterie strutturali con l’obiettivo di fornire all’industria dei trasporti nuovi strumenti a sostegno della transizione energetica,” ha dichiarato Tommaso Randolfi, CEO e Cofondatore di Volta Structural Energy. “Questa raccolta di fondi è una testimonianza della fiducia che gli investitori hanno nella nostra visione e nel grande potenziale delle nostre soluzioni innovative”.

“Crediamo che l’approccio di Volta Structural Energy alle batterie strutturali si allinei perfettamente con la nostra missione di investire in startup deeptech sostenibili e di impatto,” ha dichiarato Claudia Pingue, Senior Partner e Responsabile fondo Technology Transfer di CDP Venture Capital. “Siamo fiduciosi che questo investimento contribuirà allo sviluppo di soluzioni di stoccaggio dell’energia più pulite ed efficienti che possano abilitare l’elettrificazione in settori complessi quali l’aeronautica ed il trasporto pesante”.